Contatti

Solis String Quartet

E-mail: info@solis.it
Telefono: +39 08119187471
Fax: +39 08119187471
Cellulare: +39 3386928419

Solis Music Park
http://www.solismusicpark.it/

Credits
Design by Gianluca di Santo

Collaborazioni

Photogallery

 

Download

Per visualizzare e scaricare le Schede Tecniche in formato pdf, cliccare sui links seguenti:

Spassiunatamente technical rider

Mediterraneo technical rider

Concertango technical rider

Canzoni da Camera technical rider

News & Eventi

Live 2016

Progetti

  • Presentimento (2016)

    Presentimento (2016)

    Peppe Servillo & Solis String Quartet

    in

    “PRESENTIMENTO”

    A distanza di tre anni dall’uscita di “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet affrontare con dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, ecco “Presentimento” che può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto che non smette di spaziare all’interno di un immenso panorama musicale senza cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore. Da Gil a Viviani, da E.A. Mario a Cioffi/Pisano, da Scalinatella a Mmiez’o grano a M’aggia curà, la lista di autori e canzoni si inseguono e si incastrano con rigore regalando uno spettacolo a 360° che tocca musica, teatro e … cuore ! ……………………..

    – Scalinatella
    – Palomma
    – Presentimento
    – So li sorbe e le nespole amare
    – Mmiez’o grano
    – M’aggia curà
    – Furturella
    – Tarantella segreta
    – Tutta pe’ mme
    – Canzona appassiunata

    Peppe Servillo : voce
    Vincenzo Di Donna : violino
    Luigi De Maio : violino
    Gerardo Morrone ; viola
    Antonio Di Francia : cello e chitarra

  • Vesevus

    Vesevus

    SOLIS STRING QUARTET / LUCA AQUINO / GIANLUCA BRUGNANO

    Il colore delle ginestre, cadenzato dal ritmo delle stagioni, in uno dei boschi più giovani d’Italia, dove insieme con l’odore di resina del pino marittimo, si percepisce, fuori da ogni epoca, l’energia di una potenza vulcanica mai domata che molti conoscono come sterminatrice e pochi eleggono a loro fonte d’ispirazione e forza rigeneratrice.
    Questo è VESEVUS, un progetto strumentale senza tempo e nessuna etichetta di genere che, nato dal respiro simbiotico di indiscutibili artisti di valore, prende vigore attraverso il suono, le note e l’estro personalissimo del trombettista Luca Aquino, del Solis String Quartet, quartetto d’archi dal rigore e dalla pulizia musicale di rara qualità e un’inventiva costantemente innovativa, coronati dalla raffinata sperimentazione ritmica di Gianluca Brugnano, catturano e rinnovano le caratteristiche della tradizione popolare napoletana.
    Il repertorio con il quale ci si confronta è quello che da sempre vive e suona all’ombra del Vulcano e comprende Villanelle, Madrigali e classiche ballate di Autori come Velardiniello “Boccuccia de no pierzeco apreturo”, Sbruffapappa “Vurria ca fosse ciaola”, Orlando Di Lasso ”Sto core mio”…
    La sensazione, all’ascolto, va ben oltre la passiva fruizione di una buona musica, ma suggerisce istinto primigenio e crea benessere evocando schemi e figure ancestrali profondamente radicate nell’immaginario collettivo.
    Sono i sensi, nel loro composito esercizio, che giocano un ruolo determinante e personalizzano la visione onirica che ne scaturisce. Un fenomeno percettivo davvero di straordinaria fattura.
    VESEVUS è musica da gioire!

    Presentazione Eduardo Zampella

    Nota tecnica:
    Villanella, Villotta o Villanesca, una forma canzone nata a Napoli agli inizi del 1500.
    E’ questa la forma musicale che ci ha profondamente ispirati e spinti verso le più profonde origini della nostra cultura.
    E’ un componimento breve, di forte matrice popolare, il cui testo è strutturato in genere in quattro strofe per complessivi dodici versi.
    Ai suoi esordi veniva cantata ad una o più voci ed accompagnata ritmicamente per assumere solo successivamente una dimensione melodica.
    Perchè riproporre quindi in un’era di musica elettronica e sperimentale brani con più di 500 anni di vita?
    Molto semplicemente per il desiderio di proporre un affascinante repertorio intervenendo un po’ come dei moderni musicisti di corte, traendo ispirazione da queste composizioni, conservandone le melodie originali e rielaborando la componente armonica con uno stile ed un ritmo di connotazione contemporanea.

    On stage:
    Luca Aquino – trumpet and flugelhorn
    Vincenzo Di Donna – violin
    Luigi De Maio – violin
    Gerardo Morrone – viola
    Antonio Di Francia – cello
    Gianluca Brugnano – drum


    SOLIS STRING QUARTET LUCA AQUINO GIANLUCA BRUGNANO

    The colour of the broom, punctuates the rhythm of the seasons, in one of the young Italian woods.

    Together with the smell of the resin of the pine-trees one perceives the energy of a volcanic power never tamed which many know as the destroyer and few elect as a source inspiration and regenerating power.

    This is VESEVUS, an instrumental project timeless and without any sort of label that, born from the symbiotic breath of artists of unquestionable value, takes its strength from the sounds, the notes and personal inspiration of the trumpeter Luca Aquino, of the Solis String Quartet.

    The rare quality, strictness and the clearness of the sound of Solis String Quartet, their creative initiative, crowned by a sophisticated rhythm of Gianluca Brugnano captures all the features of the Neapolitan tradition.

    The repertoire we are dealing with is the one which has always lived and played at the Volcano’s shadow and includes Villanelle, Madrigals and classic ballads of authors as Velardiniello “Boccuccia de no pierzeco apreturo” (“ Little mouth of a opened peach”), Sbruffapappa “Vurria ca fosse ciaola” (“I would like she was a bird”) , Orlando Lasso ” Sto core mio “ ( “This heart of mine”) …

    The exhilarating feelings go far beyond the passive enjoyment of good music, but it suggests primordial instinct and creates wellness which evokes ancestral patterns and figures deeply rooted in the collective imagination.

    Senses, in their composite exercise, play a key role and personalize the dreamlike vision that emerges. A perceptual phenomenon, a true extraordinary piece of craftsmanship.

    Vesevus is music to enjoy!

    Traslation Marina Fiorenza

    Technical note:
    Villanella, Villotta o Villanesca represents a song improvisation started life in Naples in the early 1500s.

    This particular type of music has deeply inspired us and make pursue to our deepest cultural essence.

    It is a short and strongly popular piece of music, usually composed by a typical text containing four strophes, with twelve verses in total.

    At the beginning it was played by one voice or more with rhythmic accompaniment and took a melodic connotation only afterwards.

    So, the question is what make us want to propose again old songs with more than 500 years old in the time of electronic and experimental music? Our wish is to present a charming collection in the role as modern court musicians inspired by these musical compositions, whilst at the same time retaining the original tunes and reworking the harmonic element with a typically contemporary style rhythm.

    Traslation Giovanna Marasco

  • 4or Solis

    4or Solis

    4orSolis è l’ultimo CD dei SOLIS STRING QUARTET ed insieme la chiave per la comprensione del successo del formidabile quartetto d’archi partenopeo.
    Vincenzo Di Donna e Luigi De Maio ai violini, Gerardo Morrone alla viola e Antonio Di Francia al violoncello presentano il loro ultimo lavoro discografico ponendo alla base della loro proposta quella che fu la condivisione più importante del loro incontro da studenti nel Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli: la consapevolezza che solo partendo da una profonda conoscenza dalla tradizione e della forme della musica classica, (della musica ‘forte’, come la definisce Quirino Principe) si può iniziare con successo un percorso musicale moderno e contemporaneo.

    E oggi, con quel percorso circolare che è il cuore stesso di tutte le forme musicali, dopo numerosissime produzioni originali di jazz, world music, pop e musica contemporanea, dopo le grandi collaborazioni internazionali con solisti di ogni genere, eccoli a proporci di ritornare a godere della purezza originaria di quelle forme da cui è partito il loro sodalizio di giovani musicisti. Quello che ci propongono nei dodici brani del cd e nel live che lo presenta sono numerose e sapienti alchimie di suoni e ritmi; brani originali e reinterpretazioni che – senza troppe sofisticherie ed artifici tecnologici, in presa diretta, potremmo dire  – tornano alla purezza di quella straordinaria fabbrica di emozioni che da secoli è il QUARTETTO D’ARCHI.

    tracklist

    1. MINUANO [6.04] – P. Metheny / L. Mays
    2. NELLA PIOGGIA [6.04] – A. Di Francia
    3. OCCHI PERDUTI [2.36] – A. Di Francia
    4. MOZARTANGO [4.06] – A. Di Francia / G. Morrone
    5. SONG FOR CAROLINA [5.40]  – G. Morrone
    6. ALTAMAREA [3.51] – A. Di Francia
    7. METRÒ [4.13] – A. Di Francia
    8. AGUARGENTO [6.42] – A. Di Francia
    9. ALHAMBA [4.03] – A. Di Francia
    10. ARABICO [3.42] – A. Di Francia
    11. TARANTELLA DEL VESUVIO [3.17] – A. Di Francia
    12. OBLIVION [4.18] – A.Piazzolla

     

  • Spassiunatamente

    Spassiunatamente

    ‘Come artisti di Napoli sentivamo il bisogno di restituire alla canzone napoletana classica quella nobiltà e quel rigore che ha sempre avuto, strappandola alla banalizzazione della contemporaneità’

    Il progetto “Spassiunatamente” è un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana, l’inizio di un viaggio, senza limiti di tempo e di spazio che vede l’avvicendarsi di brani famosi con brani meno conosciuti e qualche volta dimenticati … ma non per questo minori!

    tracklist

    1. Napulitanata
    2. Malinconico autunno
    3. Occhi perduti
    4. ‘E fuglietelle
    5. Nustalgia
    6. Dicitincello vuje
    7. ‘O festino
    8. Dove sta zazà
    9. ‘O guappo ‘nnammurato
    10. Maruzzella
    11. Che t’aggia dí
    12. Está (nun voglio fa niente)
    13. ‘A serenata ‘e pulecenella
    14. Scetate
    15. Uocchie c’arraggiunate
    16. Munasterio ‘e Santa Chiara
  • R.Evolution

    R.Evolution

    R.Evolution, nasce dall’ idea dei Solis String Quartet di raccontare brani ed autori della musica italiana attraverso una lettura assolutamente inedita e creativa unendo la forza della musica ad un idea descrittiva di forme luci e colori proposti dall’arte pittorica.

    L’album infatti è concepito come un lavoro di altissima sartoria musicale al cui servizio l’arte, il talento, la visione,il ritmo, il gusto e le capacità dei quattro si fondono per dare vita ad un evento sonoro di rara intensità e bellezza , qualcosa in grado di comunicare uno stato d’animo assolutamente positivo.

    tracklist

    1. Penso Positivo feat. Jovanotti
    2. Mentre tutto scorre feat. Negramaro
    3. Shock in my town feat. F.Battiato
    4. Pioggia d’aprile feat. C.Consoli
    5. Gli impermeabili feat. D.Silvestri
    6. Mio fratello che guardi il mondo feat. I.Fossati
    7. Sally feat. F.Mannoia
    8. Prima di partire per un lungo viaggio feat. G.Curreri
    9. Per colpa di chi feat. Zucchero
    10. Battito animale feat. Raf
    11. Samarcanda feat. R.Vecchioni
    12. I maschi feat. G.Nannini
    13. Cantautore feat. E.Bennato
    14. Viaggiare
    15. Hanno ucciso l’uomo ragno feat. M.Pezzali
    16. Cinque giorni feat. M.Zarrillo
  • Promenade

    Promenade

    1. Nella Pioggia feat. Danilo Rea
    2. Promenade feat. Noa
    3. Arabico
    4. Song for Carolina feat. Richard Galliano
    5. Le Chansone d’Eleonore feat. Cristina Marocco
    6. The sound of my heart feat. Gavino Murgia
    7. ‘O surdato Nnammurato feat. Gianna Nannini
    8. Jerusalem feat. Gavino Murgia
    9. Alhambra
    10. Appassionata
    11. Festa feat. Daniele Sepe
    12. Alta Mare feat. Noa – Gil Dor – Zohar Fresco
  • Metrò

    Metrò

    1. Alta Marea
    2. Metrò
    3. Sunlight (P.Metheny) feat. Rossana Casale
    4. Fotogrammi feat. James Senese
    5. Aguargento
    6. Sole d’Inverno
    7. Tarantella Del Vesuvio
    8. Soli(S)Tudine feat. James Senese
    9. Waltz (Battito d’Ali) feat. Katia Ricciarelli
    10. That’s Rock feat. Walter Keiser (Drum)
    11. New Country (J.Ponty)

Biografia / Presentazione

Solis String Quartet,

stile,  talento  e  gusto  artistico  sono  gli  ingredienti  che  hanno  reso  il  Solis  String  Quartet  un  progetto musicale dal respiro internazionale Il Solis nasce dall’incontro magico in terra napoletana di 4 compositori e arrangiatori: Vincenzo Di Donna (Violino), Gerardo Morrone (Viola), Luigi De Maio (Violino) Antonio Di Francia (Cello). La loro proposta artistica è contraddistinta fin dagli esordi (era il 1991) da una sapiente originalità in grado di mescolare jazz, world music, pop e musica contemporanea, una dote che, unita alla tecnica appresa negli anni  del  conservatorio  di  San  Pietro  a Maiella,  li ha  portati  a collaborare  con  nomi  illustri  della  scena internazionale. Tra questi  spiccano  Dulce  Pontes,  Andrea  Vollenweider,  Pat  Metheney,  Richard  Galliano,  Jimmy  Cliff, Maria Joao, Omar Sosa, Hevia e Noa: ed è proprio il sodalizio con l’artista israeliana a portare il Solis ad intraprendere un tour europeo e a registrare, in Israele, un doppio album e DVD a nome “Noa & Solis” dal titolo LIVE in ISRAEL.Ma  non  mancano  anche  collaborazioni  con  i  protagonisti  della  musica  italiana  come  Claudio  Baglioni, Ligabue,  Gianna  Nannini,  Negramaro,  Elisa,  Adriano  Celentano,  Eugenio  Finardi,  Edoardo  Bennato, Daniele  Silvestri,  Michele  Zarrillo,  Peppe  Servillo,  Rossana  Casale,  Riccardo  Sinigallia,  Ornella  Vanoni, Paola  Turci,  Premiata  Forneria  Marconi,  Raf,  Ivana  Spagna,  Simona  Molinari,  Max  Pezzali,  Avion  Travel, 99Posse solo per citarne alcuni. Tra i tantissimi eventi vale la pena ricordare: il Pavarotti&Friends del 1996, in compagnia di Edoardo Bennato, le due partecipazioni in gara al Festival di Sanremo,  in coppia prima con Elisa nell’edizione  del 2001 e successivamente  nel 2006 con Noa e Carlo Fava, ed ancora, come ospiti sempre al Festival nel 2010 del giovanissimo talento Marco Mengoni, nella serata Sanremese  dedicata  ai  duetti  con  un  arrangiamento  per  solo  quartetto  del  brano  “Credimi  ancora”  e  nel 2012  sempre  come  ospiti,  questa  volta  del  cantautore  milanese  Eugenio  Finardi  nella  62  edizione  del Festival della Canzone Italiana.Sodalizi d’eccellenza sono quelli con la rockstar italiana Gianna Nannini nei tour del 2004 e 2007 rispettivamente “Perle European Tour” e “Grazie European Tour”, e quello con la band Salentina dei Negramaro,  con  i  quali  il  Solis  String  Quartet  collabora  alla  realizzazione  dell’album  “La  finestra”  e partecipa come ospite al concerto evento tenuto dai Negramaro allo stadio San Siro davanti a più di 50.000 persone nel Maggio nel 2008. La discografia del gruppo ha all’attivo quattro episodi:

“Metrò”  del 2001  (BMG)  e “Promenade”  del 2006  (EDEL),  mentre  nel novembre  2009  pubblica  con la Universal l’album dal titolo “R.evolution” e nel 2013 è la volta di “4or Solis” cd completamente in acustico.“R.  Evolution”,  nasce  dall’  idea  del  Solis  di  raccontare  brani  ed  autori  della  musica  italiana  attraverso  una lettura assolutamente creativa ed inedita. Nel  disco  troviamo  quindici  compagni  di  viaggio,  da  Jovanotti  a  Zucchero  dai  Negramaro  a  Gaetano Curreri,  e poi Carmen  Consoli,  Franco  Battiato,  Ivano Fossati,  Gianna  Nannini,  Edoardo  Bennato,  Max Pezzali,   Raf,   Fiorella   Mannoia,   Daniele   Silvestri,   Roberto   Vecchioni   e  Michele   Zarrillo   tutti   citati rigorosamente in ordine sparso, ed a cui va un sincero ringraziamento per aver preso parte a questo nuovo step nel cammino del Solis. Il  debutto  live  di  R.Evolution  è  avvenuto  sul  palco  di  Parla  con  Me,  nel  Dicembre  2009,  durante  la trasmissione  di RAITRE  condotta  da Serena Dandini e Dario Vergassola,  e si è poi sviluppato  in un tour svoltosi tra Febbraio e Maggio 2010 in Club e Teatri di tutta Italia.Canti  Naviganti,  è  il  main  project  live  del  gruppo  nel  2010  che  nasce  dall’incontro  con  la  cantante portoghese TEREZA SALGUEIRO.Questo progetto arricchisce l’offerta del gruppo e si aggiunge ad altri progetti live, che il Solis propone per la stagione concertistica 2011, ovvero “Mediterraneo Sonoro”per solo quartetto, in cui sonorità differenti vengono evocate e si fondono per dar vita ad innovative  ritmicità  creando una dimensione  musicale del tutto originale,“Noapolis”  che è anche progetto discografico realizzato in collaborazione con NOA in uscita a Marzo  2011,  “Luna  Nuova  Live”  in collaborazione  con  il TRIO  di SALERNO  (Sandro  Deidda  Sax,  Aldo Vigorito  CBasso,  Giglielmo  Guglielmi  Pianoforte),  una  tracklist  per  palati  fini  che  sa  unire  la  tradizione jazzistica ad un moderno sapore cameristico, ed il nuovissimo concerto e relativo progetto discografico dal titolo   “Spassiunatamente”   (BIDERI/SELF)   del   2012,   che   sta   per   sinceramente,   all’impronta,   senza infingimenti,  qualcosa  che si fa per urgenza,  dichiarandosi  con “passione”,  in collaborazione  con  PEPPE SERVILLO. Spassiunatamente è un’omaggio alla cultura e alla canzone d’autore Napoletana, una rilettura raffinata, e al contempo popolare, di brani classici che vanno da Raffaele Viviani a Libero Bovio, da E. A. Mario fino a Renato Carosone. Infine il Solis in prima assoluta nazionale debutta a Ravello presso l’ Auditorium Niemeyer chiudendo ufficialmente la stagione concertistica del “Ravello Festival 2012” con il progetto “Canzoni da Camera” realizzato con GAETANO CURRERI. Uno spettacolo ricco di stile ed eleganza con i più grandi successi scritti da Curreri per gli Stadio, Vasco Rossi, Irene Grandi, Patty Pravo…… una voce unica, un ensemble raffinato, un viaggio ricco di sonorità che si fondono dando vita ad un evento unico nel suo genereInoltre, da febbraio a maggio il Solis sarà impegnato a teatro con Toni e Peppe Servillo in un tour nazionale ed europeo con lo spettacolo “La parola canta” e subito dopo con Lello Arena a Ravello con “Allegro forse un po’ troppo”.

SOLIS STRING QUARTET sono:

Vincenzo Di Donna -­‐ Violino

Gerardo Morrone – Viola

Luigi De Maio – Violino

Antonio Di Francia – Violoncello

 

 

 

 


Official Website